Strongoli.org - ARCHIVIO FOTOSTORICO BIBLIOGRAFICO - STRONGOLI
  Home - Archivio - Pagine - GeoTime - Chi siamo BG Color:           
|  Eventi |  Foto |  Ritratti |

ANTICHI MESTIERI - U scarpàru ( il calzolaio)

Quello del calzolaio (scarpàru in dialetto  strongolese) è un mestiere antico ancora oggi praticato, specialmente nei piccoli paesi. Consisteva, anticamente, nel costruire le scarpe su misura; oggi serve più per la riparazione di esse che per costruirle. Un tempo si rivelava molto prezioso, per le famiglie contadine, meno abbienti, le quali si rivolgevano al calzolaio sia  per la loro costruzione che per la loro riparazione: risuolatura  e ricucitura delle parti della tomaia che via via si logoravano. La materia prima impiegata dal calzolaio per costruire di sana pianta un paio di scarpe era in relazione all'uso che se ne faceva: se le scarpe dovevano essere usate per la festa, si impiegava per le tomaie il tipo di pelle più pregiato ed erano molto curate le rifiniture, mentre se esse dovevano essere usate   per il lavoro giornaliero  la loro fattura era basata su  un criterio mirato alla robustezza ed alla solidità. Pe un lavoro di riparazione delle scarpe (risuolatura ecc...) il materiale impiegato anticamente era il cuoio duro, mentre oggi si è più portati ad usare materiale gommoso. Gli attrezzi da lavoro, che in parte oggi sono rimasti gli stessi, sono: le forme in ferro di varia misura che servono per inchiodare e battere le suole; le forme in legno, delle varie misure, che servono per modellare e fissare le tomaie; un caratteristico ed affilatissimo coltello (trincettu), il martello anch'esso dalla forma caratteristica, la tenaglia, la lesina (a sugghja), lo spago, aghi di varia forma, cera, pece, vetro per levigare le suole, piccoli chiodi (simiggi) di diversa dimensione, che servono per fissare le suole; chiodi di forma speciale (cintriddri) che oggi non si usano più, da fissare sotto l'intera suola al fine di conservare più a lungo la stessa. Il tutto  messo  a portata di  mano  su un basso e piccolo  tavolo da lavoro di forma quadrata (bancareddu). La solerzia, la pazienza e la passione dell'artigiano completano l'attrezzatura.

Sito finanziato da C.Perri e realizzato da Nezwork.it