Strongoli.org - ARCHIVIO FOTOSTORICO BIBLIOGRAFICO - STRONGOLI
  Home - Archivio - Pagine - GeoTime - Chi siamo BG Color:           
|  Eventi |  Foto |  Ritratti |

Chiesa di San Mauro

Chiesa di San Mauro

Tra le tre concesse, o confermate, all’abazia cistercense di Santa Maria di Corazzo alla metà del dodicesimo secolo da Guglielmo II re di Sicilia, vene erano alcune in territorio di “Strumbolo”. Su supplica dell’abate  Milo nel 1225 Fedrerico II confermerà i privilegi ed i possedimenti dell’abazia e tra essi troviamo la chesa di “Sancti Mauri cum omnibus possessioni bus et pertinetiis suis in tenimento Stronguli”55. In un documento della fine del quattrocento, dopo la Congiura dei Baroni, tra le entrate feudali di Strongoli, che erano state del Principe di Bisignano, ma che ora erano gestite dalla Regia Camera vi si trova “l’herbaggio del curso di Santo Mauro”56. Il corso in seguito sarà al centro di dispute per il pagamento delle decime tra i vescovi di Strongoli ed i feudatari57, ma della chiesa non è fatta più menzione.

Note

55. Vat. Lat. 7572, f. 47, Bibl. Apost. Vat.

56. Processo Grosso cit., f. 474v, Arch. Vesc. Crot.

57. La mensa vescovile di Strongoli da tempo immemorabile esigeva le decime sul pascolo delle pecore e altri animali in quattro corsi: Virga Aurea, San Mauro, Serpito e Zuccaleo, Rel. Lim Strongulen., 1753.

Sito finanziato da C.Perri e realizzato da Nezwork.it